Notes for tomorrow

opera
Notes for tomorrow
Notes for tomorrow
categoria Installazione
soggetto Natura, Figura umana, Astratto, Architettura
tags forografia, pittura, installazione, post umano, Greg Jager
base 120 cm
altezza 230 cm
profondità 30 cm
anno 2022
Acrilico e smalto su tela
acrilco su carta
Stampa fotografica su blueback
blocchi di cemento

--
--

Nella pratica di Greg Jager la decostruzione è un metodo d’indagine che viene esplorato a più riprese, secondo modalità diversificate tra loro. Dalla decostruzione scaturiscono possibilità sempre nuove di cambiamento, di assemblaggio costantemente modulabile, come nel caso della serie "Notes for tomorrow", realizzata nel 2023 a seguito di azioni avvenute in tempi differenti; da “Ballad of the End” (2022), opera corale, performativa, che ha già visto più passaggi, prima a Roma e poi a Bologna, mutando in base allo spazio e ai partecipanti, a dei dipinti su tela e carta, realizzati da Jager nel suo studio. Le fotografie provenienti dall’archivio di Ballad of the End e scattate da Martha Micali, diventano parti integranti delle ultime produzioni, insieme ai dipinti su tela e su carta realizzati mediante l’impressione di una superficie su di un’altra, che registra il pattern della prima attraverso il colore - nel transfer qualcosa rimane, altro si perde.

Tutte le componenti, agiscono come frammenti di un sinolo aperto, che emerge dal processo di decostruzione ed è suscettibile a modifiche per addizione e sottrazione. Nella compenetrazione, caratterizzata dall’eterogeneità dei supporti, il risultato risulta organico. Le tracce presenti nei dipinti, tra zone d’ombra e di luce, tra pieni e vuoti, sembrano evocare il post–Ballad of the end: dopo la “coreografia” dei partecipanti, quel che rimane è un paesaggio desertico, senza uomini, di impronte e rovine, i segni del movimento dei massi e i massi stessi, come future fonti archeologiche per un domani ignoto, se non addirittura inesistente.

Le opere si configurano come effetto di azioni pregresse, estrapolate dal loro contesto originario e ora accostate secondo intersezioni fisiche e mentali. Come meditazioni a posteriori, tali lavori attingono dal preesistente per generare strade alternative, in potenza.
artista
Greg Jager
Artista, Roma
Foto del Profilo
opere simili
exibart prize N4
ideato e organizzato da exibartlab srl,
Via Placido Zurla 49b, 00176 Roma - Italy
 
web design and development by Infmedia

Sending

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account

scopri ogni giorno le ultime notizie
nel mondo dell'arte, del cinema,
della moda e della cultura.
Inserisci la tua email e premi iscriviti.