Killing me softly

opera
Killing me softly
Killing me softly
categoria Scultura
soggetto Politico/Sociale
tags #artresidency, #specialprize, @rechsteinerwinery, #artelagunaprize, #contemporaryart
base 100 cm
altezza 15 cm
profondità 64 cm
anno 2022
“Killing me softly” è una bandiera della pace le cui fasce colorate sono composte da carri armati del Risiko. La differenza tra la visione generale dell’opera e il dettaglio, genera un inquietante spaesamento e un rotolamento concettuale fatto di domande e risposte paradossali. Da un lato l’opera suggerisce un desiderio di pace, ma d’altro canto la trama, fatta di piccolissimi carri armati, fa pensare alle dubbie modalità con cui spesso la pace viene raggiunta: violenza, sopraffazione, odio. Fino a che punto il fine giustifica i mezzi? Simone Weil, in uno dei suoi folgoranti testi, si chiedeva: “Cosa mi impedisce di cavare gli occhi a quell’uomo, anche se ne ho il permesso e ciò mi diverte?”. Penso che il mio progetto voglia incarnare questa domanda, o meglio incarnare un desiderio di senso profondo riguardante l’essenza dell’umano. L’opera è stata allestita in una ghiacciaia, usata come bunker nella seconda Guerra Mondiale; è un oggetto estremamente minaccioso perché le canne dei cannoni puntano simultaneamente l’osservatore, ma d’altro canto la sua posizione ribassata e dimessa, lo trasforma in una cosa molto fragile, timida, quasi imbarazzata.
artista
Luisa Turuani
Artista, Milano
Foto del Profilo
opere simili
Partner
Logo Leica
Logo ForWe
Logo Allianz
Logo Acqua Lete
Logo Mini Auto
Logo Svila
exibart prize 2022/23
ideato e organizzato da exibartlab srl,
Via Placido Zurla 49b, 00176 Roma - Italy
 
web design and development by Infmedia

Sending

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account

scopri ogni giorno le ultime notizie
nel mondo dell'arte, del cinema,
della moda e della cultura.
Inserisci la tua email e premi iscriviti.