John Randazzo

Scultore, Artista
Roma
Foto del profilo di John Randazzo
  I’m John, and when I think back to my first memories, I think about how creating art has always been important to me, first the broken crayons in the children's home in Biysk, Russia, to sculpting wood and clay, and obsessively drawing in Boston, Massachusetts, to drawing, painting, carving marble, and creating in multimedia in Rome, Italy. 
 
     In Russia, drawing wasn't just drawing, it was a way to immerse myself into an alternate world, a place where the rules of the world did not apply, where I wasn't sad, or alone, I was traveling in my mind, and imagining something better. I was fortunate, I was adopted, my new family flew to Russia, and traveled across Siberia and the Ural regions to unite with me, and make me part of their life. I grew up on the outskirts of Boston, and I spent nearly all my time creating, drawing, building things, and playing music. When I was 6, I was diagnosed with Tourette's Syndrome and ADHD. Classmates either made fun of me, or stood up for me, the same was true for my teachers.. I excelled in school when I wasn't expected to follow a system.  I was very heavily medicated, for this reason I was often tired, groggy, and out of focus with the world around me, felt alone, and misunderstood, isolated for my differences; Something that only later on in life, would I become the very basis for my art… The idea that our differences are what can bring us together. 
 
        Drawing was something I always did, I think it made me feel connected with the people around me, a way to communicate more deeply than that which could be done by words. When I saw that someone resonated with one of my drawings, I felt that they understood a little part of me that no one else could, simply.. I didn't feel so alone... As I grew older I kept pushing my limits, I studied and explored art, philosophy and history incessantly, they captivated me and inspired me, this grew to become a passion, and it has helped me become both the artist, and man I am today.
 

 

 
Sono John, e quando ripenso ai miei primi ricordi, penso a come creare arte sia sempre stato importante per me, prima i pastelli rotti nella casa dei bambini a Biysk, in Russia. Per poi scolpire legno e argilla, e disegnare ossessivamente a Boston, Massachusetts, e poi al disegno, alla pittura, all'intaglio del marmo e alla creazione multimediale a Roma, in Italia.
 
     In Russia, disegnare non era solo disegnare, era un modo per immergermi in un mondo alternativo, un luogo dove le regole del mondo non si applicavano, dove non ero triste, o solo, viaggiando nella mia mente, e immaginando qualcosa di meglio. Sono stato fortunato e sono stato adottato, la mia nuova famiglia è volata in Russia e ha viaggiato attraverso la Siberia e le regioni degli Urali per unirsi a me e farmi parte della loro vita. Sono cresciuto alla periferia di Boston e ho passato quasi tutto il mio tempo a creare, disegnare, costruire cose e suonare musica. Quando avevo 6 anni, mi è stata diagnosticata la sindrome di Tourette e poi l'ADHD. I compagni di classe mi prendevano in giro o mi difendevano, lo stesso valeva per i miei insegnanti.  A scuola eccellevo quando non ci si aspettava che seguissi un sistema. 
Ero in terapia farmacologica pesante, per questo motivo ero spesso stanco, intontito e fuori fuoco con il mondo che mi circondava, mi sentivo solo e incompreso, isolato per le mie differenze; Qualcosa che solo più tardi nella vita sarebbe diventata la base stessa della mia arte... l'idea che le nostre differenze sono ciò che può unirci.
 
         Disegnare e scolpire sono state cose  che ho sempre fatto, penso che mi abbiano fatto sentire connesso con le persone intorno a me, un modo per comunicare più profondamente di quello che si potrebbe fare con le parole. Quando ho visto che qualcuno era colpito  con uno dei miei disegni, ho sentito che hanno capito una piccola parte di me che nessun altro poteva, semplicemente.. Non mi sentivo così solo... Crescendo ho continuato a spingere i miei limiti , ho studiato ed esplorato incessantemente arte, filosofia e storia, mi hanno affascinato e ispirato questo è cresciuto fino a diventare una passione e mi ha aiutato a diventare entrambi l'artista e l'uomo che sono oggi.
Partner
Logo Leica
Logo ForWe
Logo Allianz
Logo Acqua Lete
Logo Mini Auto
Logo Svila
exibart prize 2022/23
ideato e organizzato da exibartlab srl,
Via Placido Zurla 49b, 00176 Roma - Italy
 
web design and development by Infmedia

Sending

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account

scopri ogni giorno le ultime notizie
nel mondo dell'arte, del cinema,
della moda e della cultura.
Inserisci la tua email e premi iscriviti.