NotDot

Video artista
Milano
Foto del profilo di NotDot
Come musicista e come drammaturgo ho chiara la percezione psicologica frontale del pubblico. Anche nelle produzioni piu' audaci con le regie piu' coraggiose il pubblico resta soggetto in attesa della rivelazione, gregge in ascolto del buon Pastore.  Questa sacralita' spaziale della performance porta inevitabilmente le persone a sentire l'arte tutta come qualcosa di estraneo da se'. Esperienza conosciuta e amata ma straniera. I due poli sono e restano separati. Si vive l'immedesimazione, in un viaggio non verso l'oggetto d'arte o verso la propria creativita'. Si resta medesimi nella segreta memoria, nel tracciato del vissuto. In un parallelo con l'oggetto messianico. Questo non fa che accrescere nel tempo la mitizzazione dell'oggetto d'arte e la distanza fra realta' e creazione. Nella sacralita' dell'oggetto si esaurisce anche il senso stesso del creare per comunicare i contenuti diversi che il tempo delle percezioni avra' depositato.  Ma questa visione, nella quale l'artista finisce inevitabilmente con l'interpretare se stesso, nega una possibilita' creativa diffusa, utile all'individuo e alla comunita'. La desacralizzazione della societa' e' l'unica via per un rapporto sano fra potere e cittadini e fra i cittadini stessi. Se vi e' un sacro da riconoscere nelle arti non e' nella modalita' di fruizione ma nel mistero della sua creazione e dei suoi effetti. Nel mistero che dalla notte dei tempi annega il cuore dell'artista in una comunione incredula fra se' e l'universo. Ho pensato quindi ad una forma d'arte che possa essere flessibile, individuale, replicabile e variabile. Arte condivisibile e modificabile da ognuno, economica e libera. Con i nuovi e banali oggetti della tecnologia e' possibile creare in maniera semplice e immediata Arte da condividere, in una visione dell'oggetto  che resti autorale ma che preveda anche l'incontro, il caso, l'imprevisto, l'evento inatteso, il confronto e la condivisione.

Video smArt

Video Arte creata esclusivamente con uno smartphone, con materiali presi in rete e processati rigorosamente con applicazioni free. Video Arte libera dai meccanismi della compravendita dell'immaginario e dalla svendita del proprio talento. Arte come sinonimo di possibilita' e dignita'. Come sguardo ingenuamente multiplo dell'uomo sconnesso da se stesso. Video Pop Art, perche' ognuno ha in tasca una possibilita' per la Bellezza. Anche se lo ignora.
Partner
Logo Leica
Logo ForWe
Logo Allianz
Logo TIM
Logo Mini Auto
Logo Svila
exibart prize 2020
ideato e organizzato da exibartlab srl,
Via Placido Zurla 49b, 00176 Roma - Italy
 
web design and development by Infmedia

Sending

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account