Sergio Illuminato

Pittore
Roma
Foto del profilo di Sergio Illuminato
Sergio Illuminato, artista e autore, organizzatore di eventi culturali, teatrali, televisivi e cinematografici. Nato a Catania, Laurea in Lettere e Filosofia, indirizzo Teatro e Spettacolo, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Frequento il biennio del Corso di Pittura Accademia di Belle Arti di Roma. Membro (dal 1993) Ordine dei Giornalisti del Lazio. Ho sempre portato avanti la mia ricerca creativa nel campo artistico al pari di quello culturale, teatrale, televisivo e cinematografico.

Ho cominciato a dipingere senza schemi predefiniti e basando sull’ispirazione del momento libere pennellate e densi strati di colore rugosi ed irregolari, stesi con gesti veloci e istintivi. Ho poi collegato il corpo del colore a della materia tattile eterogenea – povera, di recupero, logorata dal tempo e dall’uso – modulando nello stesso spazio velature e grosse congregazioni materiche che, in taluni punti, riemergono quasi a dilatare la superficie della tela. La mia performance si consuma veloce con l’asciugatura del colore. Nel mio agire mi sento libero di accumulare per poi incidere, graffiare, tagliare, bruciare, ferire, bucare la materia; esplorando solo intrecci, inciampi, collisioni di segni. Da qui spazi e atmosfere immateriali al di là di forme riconoscibili. Nella creazione di questo indecifrabile alfabeto visivo – di straordinaria libertà e scioltezza esecutiva-, acquista per me un’importanza primaria la consistenza fisica del lavoro e la corporeità della luce, i cui valori espressivi ed estetici sono rappresentati dai colori e dalla materia utilizzati. Si presenta così, in primo piano, un corpo tattile-visivo svuotato da ogni residuo formale che contiene un suo proprio tempo, come se avesse percorso un lungo viaggio. Realtà completamente autonoma, autosufficiente, nel cui attraversamento-confronto-incontro ciascuno può al limite seguire il soffio di sé stesso. Considero, quindi, i miei lavori dei contenitori aperti e imprevisti a disposizione di chi vuole interloquire, interrogarsi, inquietarsi insieme a me, rinnovando ad ogni evento la contemporaneità della pittura. Fin qui uno spazio pittorico nel “farsi” che ha come comune denominatore la fisicità e la corporeità. I titoli dei quadri posti a fine lavoro rintracciano invece una traccia delle ragioni della psiche e, in particolar modo, delle espressioni personali che, di volta in volta, hanno segnato momenti di trasformazione interiore e sempre maggior compenetrazione del mondo circostante, mantenendo una riconoscibile dimensione originaria, un’identità propria.

 

Sergio Illuminato, artist and author, organizer of cultural, theatrical, television and film events. Born in Catania, degree in Literature and Philosophy, Theater and Show address, University of Rome “La Sapienza”. Painting Course Academy of Fine Arts in Rome. Member (since 1993) Order of Journalists of Region Lazio. I have always pursued my creative research in the artistic field as well as the cultural, theatrical, television and cinematographic ones.

I began to paint without predefined schemes and based on the inspiration of the moment, free brush strokes and dense layers of wrinkled and irregular colors, spread with quick and instinctive gestures. I then connected the body of color to heterogeneous tactile material – poor, recovered, worn out by time and use – modulating in the same space glazes and large material congregations that, in some places, almost re-emerge to dilate the surface of the canvas. My performance is consumed quickly with the drying of the color. In my actions I feel free to accumulate and then engrave, scratch, cut, burn, wound, puncture the material; exploring only weaves, stumbles, collisions of signs. Hence immaterial spaces and atmospheres beyond recognizable forms. In creating this indecipherable visual alphabet – of extraordinary freedom and ease of execution-, the physical consistency of the work and the corporeality of the light, whose expressive and aesthetic values are represented by the colors and materials used, acquire primary importance. Thus, in the foreground, a tactile-visual body appears emptied of any formal residue that contains its own time, as if it had traveled a long journey. Completely autonomous, self-sufficient reality, in whose crossing-comparison-meeting everyone can follow the breath of himself. I therefore consider my works of open and unexpected containers available to those who want to interloquire, questioning, be uneasy together to me, renewing at each event of the contemporary painting. So far a pictorial space in the “making” that has physicality and corporeality as its common denominator. The titles of the paintings placed at the end of the work instead trace a track of the psyche reasons and, in particular, of the personal expressions that, from time to time, have marked moments of inner transformation and ever greater interpenetration of the surrounding world, maintaining a recognizable original dimension, its own identity.
Partner
Logo Leica
Logo ForWe
Logo Allianz
Logo Acqua Lete
Logo Mini Auto
Logo Svila
exibart prize 2020
ideato e organizzato da exibartlab srl,
Via Placido Zurla 49b, 00176 Roma - Italy
 
web design and development by Infmedia

Sending

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account