A Vomit Of Words

opera
A Vomit Of Words
categoria Pittura
soggetto Politico/Sociale, Paesaggio, Natura
tags freestyle landscape, plants, pattern, pattern roller, Gaia, Earth
base 330 cm
altezza 160 cm
profondità 0 cm
anno 2020
"We are living in a declared state. The "Anthropocene," the name this state has been given, the age of man, posits humanity as a collective oracle: we speak through the Earth, and the Earth speaks through us." (Ashkan Sepavand: MUD: All worlds, all times!)

Ma quando è iniziata l'era dell'uomo, l'Antropocene? Con l'inizio dell'invasione europea dell'America nel 1492? Con il primo utilizzo che l'uomo ha fatto del fuoco, circa 20.000 anni fa? Con la detonazione della prima bomba atomica, il 16 luglio 1945? Quando il comportamento umano ha avuto per la prima volta conseguenze globali, persino geologiche? L'Antropocene ha caratteristiche stratigrafiche specifiche: fossili come l'alluminio, resti di cemento, particelle di plastica, composti di carbonio derivanti dalla combustione di combustibili fossili, fallout dei test della bomba atomica si trovano non solo negli strati sedimentari, ma anche in piante e animali; e in noi stessi. Sotto l'influsso dell'essere umano, l'estinzione delle specie ha subito un'accelerazione significativa. L'oracolo afferma che gli esseri umani stanno fallendo come portavoce della Terra:
"a vomit of words, dribble-drabble, babble, nonsense." (Ashkan Sepavand: MUD: All worlds, all times!)

È arrivato il momento di cambiare, di abbandonare lo sguardo antropocentrico perché è obsoleto. È ora di mettere la terra al centro e di sviluppare una visione biofilica e geocentrica.

Il lavoro "A Vomit Of Words" è fatto con pittura a guazzo, vernice spray e acrilici su tela intonsa. Paesaggi distorti e frammentari, ma comunque belli, sono sovrascritti con citazioni raccolte e frammenti di parole che mi hanno turbata e che dovrebbero fare lo stesso con lo spettatore. Il lavoro fa parte della serie "How to Speak about the Earth", iniziata nell'autunno 2020. E' motivato dall''impegno contro la cosiddetta "crisi climatica" e dall'analisi di Bruno Latour della situazione attuale, descritta nel suo libro "Facing Gaia".
artista
Hannah Stippl
Pittore, Artista, Vienna
Foto del Profilo
opere simili
Partner
Logo Leica
Logo ForWe
Logo Allianz
Logo Acqua Lete
Logo Mini Auto
Logo Svila
exibart prize 2021
ideato e organizzato da exibartlab srl,
Via Placido Zurla 49b, 00176 Roma - Italy
 
web design and development by Infmedia

Sending

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Create Account

scopri ogni giorno le ultime notizie
nel mondo dell'arte, del cinema,
della moda e della cultura.
Inserisci la tua email e premi iscriviti.